23 marzo: una domenica speciale

La nostra società diventa ogni giorno sempre più plurietnica, le nostre strade si affollano di persone provenienti da ogni parte del mondo suscitando a volte interesse e simpatia, più spesso indifferenza ed addirittura ostilità. L’ospedale napoletano in cui da nove anni presto servizio come cappellano, il “Cotugno”, sotto questo profilo senza dubbio è un efficace punto di osservazione di questo fenomeno, perché molti immigrati vi passano per i loro problemi di salute. Così, in questi anni, ho maturato un’esperienza umana e religiosa di grande ricchezza: ho conosciuto gente di grande umanità e spiritualità, anche se appartenenti ad altre fedi religiose, con cui ho intrecciato rapporti di dialogo e solidarietà che in alcuni casi durano tuttora. Tra i tanti immigrati che ho modo di incontrare ci sono anche dei “minori”, che proprio per la loro giovanissima età sono affidati a delle comunità-alloggio per tentare di sottrarli ai pericoli della strada: proprio con quelli ospiti di una di queste, denominata “Adolescentia” di Aversa, quest’anno ho scelto di celebrare il mio compleanno insieme alla mia fraternità. Sei giovani provenienti dal Gambia, Burkina Fasu, Senegal e Benin (Teiry, Sousou, Elaz, Massourou, Jonathan, Mouhammed), accompagnati da tre educatori (Teresa, Imma, Pino), sono stati presso il nostro convento di Portici: nella mattinata hanno giocato a calcio sotto una fitta pioggia, dopo essersi ristorati con una doccia calda abbiamo insieme pregato e condiviso il pranzo a refettorio, nel pomeriggio si sono trattenuti a guardare una partita di calcio alla televisione. Per un po’ di ore i nostri ambienti hanno riecheggiato delle voci di questi giovani che intrecciavano inglese, francese, italiano e dialetto napoletano. Soprattutto abbiamo sperimentato un clima di empatia, fiducia e solidarietà reciproche, che hanno lasciato tutti più ricchi e grati al Signore per l’esperienza della bellezza dell’incontro gratuito e dello scambio culturale al di là delle diversità . (P. Antonio Vellutino, ofm)

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Informazioni aggiuntive